COME OPERIAMO
 RICERCA
  Progetto Migrans Gargano
 CONSERVAZIONE
 EDUCAZIONE AMBIENTALE
 WORKSHOP E SEMINARI
 ESCURSIONISMO
 EDITING E FOTOGRAFIA

Ricerca / Progetto Migrans Gargano

La migrazione degli animali è quel fenomeno straordinario per cui una specie si muove da un territorio all’altro, alla ricerca di migliori condizioni ambientali (per motivi climatici o per la ricerca di cibo).
Caratteristiche fondamentali delle migrazioni sono la pendolarietà e la periodicità di tali spostamenti, ovvero devono svolgersi secondo una andata ed un ritorno e riproporsi in precisi periodi dell’anno. Questo fenomeno naturalmente interessa molte specie animali, in primis gli uccelli, che comprendono molte specie migratrici, e poi cetacei, pesci, mammiferi e insetti.
Le rotte migratorie sono vere e proprie autostrade del cielo localizzate in tutto il mondo secondo percorsi ben prestabiliti. Il Bel Paese è attraversato dalle migrazioni due volte l’anno, in primavera, quando gli uccelli lasciano i quartieri di svernamento in Africa e raggiungono l’Europa per nidificare, e in autunno, quando lasciano il Vecchio Continente per passare la stagione
avversa sulle coste del Mediterraneo o a Sud del Sahara.
Negli ultimi anni le ricerche inerenti la migrazione degli uccelli sono aumentate nel territorio nazionale. Alle aree già note come lo Stretto di Messina, le Alpi Marittime, il Monte Conero, l’isola di Marittimo, ultimamente si è prestata attenzione su nuove località.
Grazie a questo crescente interesse è nato il PROGETTO MIGRANS, coordinato dal Parco Nazionale delle Alpi Marittime,
studio che si è imposto di monitorare su scala nazionale i maggiori hot spots (punti caldi) della migrazione dei rapaci. Per questo motivo sono stati scelti come punti di osservazione i più importanti bottle necks italiani (letteralmente “colli di bottiglia”, siti in cui si raccolgono numerosi individui contemporaneamente) fra cui, naturalmente, il Gargano e le Isole Tremiti.
Il Centro Studi Naturalistici dal 2003 organizza campi di osservazione della migrazione dei rapaci nel Parco Nazionale del Gargano e le Isole Tremiti. Grazie all’aiuto di valenti esperti italiani e instancabili volontari, si è potuto fare un primo monitoraggio degli uccelli che spiccano il volo sul Promontorio durante il periodo primaverile per raggiungere il Nord-Est europeo. Falchi pecchiaioli, grillai, lodolai, nibbi bruni, falchi di palude, falchi cuculi, albanelle reali e minori sono stati i primi osservati speciali di questi anni insieme a splendide cicogne bianche e rarissime cicogne nere.
 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719