COME OPERIAMO
 RICERCA
 CONSERVAZIONE
 EDUCAZIONE AMBIENTALE
 WORKSHOP E SEMINARI
 ESCURSIONISMO
 EDITING E FOTOGRAFIA
Pro - Natura

Radar sulla cima del Monte Ragnolo, nel cuore dei Monti Sibillini. Occorre un´alternativa a minor impatto

14 novembre 2007

È in fase di approvazione il progetto, presentato dalla Protezione Civile, di un radar per la prevenzione dei rischi meteorologici, che dovrebbe sorgere nel Comune di Sarnano ad una quota di oltre 1500 metri, in cima al
Punta del Ragnolo, immagine simbolo dei Monti Sibillini per l´integrità dei luoghi e per le praterie che, in primavera, si colorano di meravigliose
fioriture.
Il progetto prevede la realizzazione di una torre radar cilindrica alta circa 13 metri, con annesse strutture di servizio e parcheggi che occupano,
complessivamente, oltre 400 mq di superficie. L´opera richiede anche l´allargamento di un tratto del sentiero escursionistico Grande Anello dei Sibillini, che verrebbe trasformato in strada camionabile, e la realizzazione ex novo di una strada che raggiunge la cima del monte.
Il sito, oltre ad essere situato proprio al confine del Parco Nazionale,
ricade all´interno di un´Area floristica protetta, nonché di un Sito di Interesse Comunitario e di una Zona di Protezione Speciale, che comprendono habitat fondamentali per la vita di numerose specie faunistiche di rilevante interesse conservazionistico, tra cui il falco pellegrino, l´albanella minore e il biancone.
Ferma restando l´importanza del progetto, che rientra in una rete di radar nazionale, appare alquanto discutibile la scelta del sito che, per gli
eccezionali valori paesaggistici e ambientali, risulterebbe gravemente danneggiato dalla realizzazione dell´opera, con ricadute negative anche sulla spiccata vocazione turistica dell´area, meta di numerosi escursionisti
e, in inverno, paradiso dello sci da fondo.

Le scriventi associazioni, pertanto, ritengono assolutamente necessario che la Protezione Civile sospenda la procedura di approvazione del progetto al fine di valutare attentamente la fattibilità dell´opera sulla base di un confronto con un numero adeguato di possibili siti alternativi individuati, a livello regionale, con criteri atti a ridurre al minimo gli effetti di
impatto ambientale.

Archivio news
 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719