COME OPERIAMO
 RICERCA
 CONSERVAZIONE
 EDUCAZIONE AMBIENTALE
 WORKSHOP E SEMINARI
 ESCURSIONISMO
 EDITING E FOTOGRAFIA
Pro - Natura

Inchiesta su alga rossa ed invaso di Occhito

27 marzo 2009

SullŽalga rossa, e sulle cause che hanno provocato il fenomeno, la Procura di Foggia vuol vederci chiaro. per questo il sostituto procuratore Rosa Penza ha effettuato un sopralluogo, sorvolando lŽintera area a bordo di un elicottero della Polizia di Stato, giunto da Bari e decollato dallŽaeroporto Gino Lisa.
con lei uno staff di agenti specializzati con sofisticate attrezzature video e macchine fotografiche. Nel mirino non solo lŽinvaso di Occhito ma anche la discarica del comune campano di San Bartolomeo in Galdo. Il sospetto è che il percolato dellŽimpianto scenderebbe a valle, finendo proprio nelle acque dellŽinvaso. Altro obiettivo dellŽispezione aerea sarebbero i comuni (sempre della fascia molisana) non forniti di depuratore. Il Procuratore capo Vincenzo Russo ha detto che sul caso si sta lavorando con molta riservatezza e che, al momento, non è possibile rilasciare dichiarazioni. Per gli esperti tuttavia il fenomeno dellŽalga rossa non sarebbe da collegare allŽinquinamento delle acque, e per questo la Procura - piuŽ che allŽalga - sarebbe interessata a verificare se ci sono davvero fonti di inquinamento. Inquinamento non così grave da allarmare, anche se - secondo indiscrezioni - qualcuno avrebbe sottovalutato un allarme giunto sulle scrivanie delle autorità competenti già da diverso tempo. Il magistrato avrebbe ritenuto necessario il volo per rendersi conto della distanza effettiva tra alcuni comuni e la diga, e tra la diga e la discarica di San Bartolomeo in Galdo, in provincia di Benevento.

Fonte: Telenorba
http://www.telenorba.it/home/news.php

Archivio news
 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719