COME OPERIAMO
 RICERCA
 CONSERVAZIONE
 EDUCAZIONE AMBIENTALE
 WORKSHOP E SEMINARI
 ESCURSIONISMO
 EDITING E FOTOGRAFIA
Pro - Natura

Lula da Silva condanna 500 kmq di foresta amazzonica

15 febbraio 2010

Ecologisti, Sting e indiani del Xingu contro Luiz Inacio Lula da Silva, che ha dato il via libera “ambientale” al controverso progetto per la costruzione della diga di Belo Monte, la terza per grandezza al mondo e senza pari per le conseguenze che potrebbe avere sull´ecosistema di una regione come l´Amazzonia.
Con l´approvazione del piano per la costruzione di un impianto idroelettrico da 11 miliardi di dollari e 11.000 Megawatt, il progetto entra nel vivo e prendono nuovo slancio le proteste. “È un progetto che va a beneficio solo dell´industria. Contrariamente a quanto dicono, non si tratta di energia pulita: genera gas metano che modifica il clima e 30.000 Persone dovranno lasciare le loro case”, dichiara Antonia Melo del movimento Xingu vivo, una galassia di 150 ong e organizzazioni di indigeni. Il cantante britannico Sting è stato testimonial delle prime proteste, lo scorso anno, quando a San Paolo del Brasile invitò sul palco un cacicco indiano per denunciare il progetto di Belo Monte.

La diga, che implicherà l´inondazione di 500 chilometri quadrati di terre, è molto temuta dalle popolazioni indigene che vivono lungo il corso del fiume Xingu, nella regione di Altamira. Così, gli abitanti locali annunciano manifestazioni e azioni in giustizia. La stessa procura brasiliana lascia planare dubbi sul progetto. “Ci saranno 85.000 Persone alla ricerca di un lavoro e un nuovo processo di deforestazione”.

Il governo brasiliano sta costruendo altre due dighe sul Rio Madeira, in Amazzonia, e assicura che il megaprogetto di Belo Monte non avrà conseguenze “ecologiche”. Le due più grandi dighe al mondo sono quella delle Tre gole in Cina e di Itaipu, sempre in Brasile.

Archivio news
 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719