COME OPERIAMO
 RICERCA
 CONSERVAZIONE
 EDUCAZIONE AMBIENTALE
 WORKSHOP E SEMINARI
 ESCURSIONISMO
 EDITING E FOTOGRAFIA
Pro - Natura

ZAC PRESSO OASI WWF LAGO SALSO: INTERVIENE L´AVVOCATURA DELLA REGIONE PUGLIA 

 

16 gennaio 2012

Interviene l´Avvocatura della Regione Puglia sulla istituzione di una Zona Addestramento Cani (ZAC) a confine dell’Oasi WWF Lago Salso.

I giuristi dell´importante Organismo, a seguito della recente Diffida e messa in mora del WWF Foggia e del Centro Studi Naturalistici, hanno chiesto al  Servizio Caccia e Pesca della Provincia di Foggia di aprire con urgenza un procedimento amministrativo diretto all´adozione di un provvedimento finale.

WWF e CSN ricordano che la ZAC in questione, denominata 'Roncone', si estende per 17 ettari, con possibilità di sparo tutto l´anno, causando perciò un continuo disturbo alla fauna selvatica protetta dell´Oasi WWF Lago Salso, oggetto di visite da parte di scolaresche e studiosi e di numerosi progetti di conservazione di valenza europea.

Nei confronti del Servizio Caccia e Pesca della Provincia era già intervenuto il Ministero dell´Ambiente ma senza effetti risolutori.

Per questo motivo WWF e CSN hanno presentato l´Atto di Diffida con allegata perizia tecnica che dimostra che la Zona Addestramento Cani si trova per il 64% della superficie all´interno della fascia di 500 m dal perimetro del Parco del Gargano e addirittura per il 90% all´interno della fascia di 500 m dal perimetro della Zona di Protezione Speciale (ZPS) Paludi presso il golfo di Manfredonia.

La ZAC in definitiva, evidenziano le due associazioni, non rispetta i requisiti di distanza dalle Aree Protette.

La situazione, che si protrae dal tre giugno 2010, data di istituzione della ZAC, è per WWF e CSN assolutamente intollerabile in quanto, indipendentemente da qualsiasi Perizia Tecnica, i confini del Parco del Gargano risultano certi ed inequivocabili e la relativa verifica delle distanze può essere agevolmente svolta da chiunque già sulle mappe ufficiali senza la necessità di particolari approfondimenti e complesse istruttorie.

Ancora una volta le due Associazioni evidenziano che gli spari che avvengono tutto l´anno nella ZAC contigua all´Oasi di protezione rappresentano un determinante fattore di mortalità indiretta della fauna migratrice che viene disturbata durante le fasi di foraggiamento e durante le delicate fasi migratorie e di svernamento.

Per WWF e CSN, in questa situazione l´intervento della Avvocatura Regionale appare fondamentale per il superamento dell´inerzia degli Uffici Pubblici preposti che fino ad ora hanno sulla questione ZAC Roncone risposto in un modo che appare elusivo e dilatorio.

 

Archivio news
 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719