COME OPERIAMO
 RICERCA
 CONSERVAZIONE
 EDUCAZIONE AMBIENTALE
 WORKSHOP E SEMINARI
 ESCURSIONISMO
 EDITING E FOTOGRAFIA
Pro - Natura

Annullati i censimenti di capriolo italico 2012 nel Parco Nazionale del Gargano

14 marzo 2012

Un’occasione perduta per la tutela della fauna del parco e la promozione del territorio

Per il 2012 non saranno svolti i censimenti di Capriolo italico condotti periodicamente nel Parco Nazionale del Gargano e promossi anche quest´anno dal Centro Studi Naturalistici. Lo scarso numero di adesioni dei volontari (solo 38) non consente infatti di organizzare un´efficace attività in quanto il metodo scientifico dei conteggi di capriolo in battuta, per essere effettuato correttamente, richiede un´ampia partecipazione di volontari che, ben istruiti, danno un contributo fondamentale alla riuscita dell’operazione. Negli anni passati 80-90 volontari provenienti da tutta Italia hanno aiutato ad effettuare questa importante attività di ricerca.  assenza del sostegno economico dell’Ente Parco per la copertura dei costi di vitto e alloggio, il CSN si era visto costretto a prevedere una quota di partecipazione per i volontari (che si sarebbe aggiunta ai costi di viaggio, già a loro carico), riducendo di fatto le possibilità di adesione di quanti, soprattutto studenti universitari, in questo periodo di crisi non possono permettersi di sostenere tale spesa.A otto anni dalla prima edizione dei conteggi di capriolo italico (Capreolus capreolus italicus) effettuati in Italia meridionale (marzo 2004), è sempre più necessario proseguire con continuità nella raccolta dei dati sulla più importante popolazione italiana di questa sottospecie endemica di capriolo, come peraltro raccomandato sia nel Piano d’Azione nazionale per il Capriolo italico, redatto dal Ministero dell´Ambiente e dall´ISPRA nel 2009, sia dal recentissimo Piano d’Azione per il Capriolo italico redatto dal Parco Nazionale del Gargano.Il Centro Studi Naturalistici Onlus, ben consapevole dell’importanza conservazionistica delle attività di monitoraggio sulle popolazioni di capriolo italico, al fine di garantire la continuità nella raccolta ed elaborazione dei dati in possesso dell’Ente Parco e non interrompere la serie storica, aveva proposto all’Ente Parco la co-organizzazione dei censimenti 2012 facendosi carico direttamente dello sforzo organizzativo e dei relativi costi, e chiedendo all’Ente Parco di coprire esclusivamente le spese di vitto e alloggio per i volontari.<;>;

 

Archivio news
 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719