COME OPERIAMO
 RICERCA
 CONSERVAZIONE
 EDUCAZIONE AMBIENTALE
 WORKSHOP E SEMINARI
 ESCURSIONISMO
 EDITING E FOTOGRAFIA
Pro - Natura

Escursione all´Oasi Lago Salso

22 marzo 2007

Un luogo dove ci si smarrisce volentieri con il corpo e con la mente.

di Antonio Beverelli


Il Lago Salso, posto al centro delle zone di bonifica della nostra Siponto, è possibile smarrirsi con il corpo e la mente mentre si osservano luoghi ed animali che sembrano essere usciti da un film od un sogno.

E domenica 18 marzo, un gruppo di volenterosi ragazzi del C.S.N. (Centro Studi Naturalistici) ha inteso organizzare una splendida escursione proprio in questi luoghi, per distendere e lasciar riposare muscoli e menti, ed allietare il palato con ottimi dolci preparati artigianalmente.

Gli uccelli da osservare erano davvero tanti: svassi, aironi, anatre e gobbi rugginosi, (una piccola anatra dal becco blu per la quale è in corso un programma di ripopolamento in questa zona. E, poi, sorpresa della giornata, una coppia di cicogne nel loro nido mentre riposavano!

Girando per sentieri e capanni di osservazione il pomeriggio si è dipanato rapido e felice, fino al culmine dello stesso: una grossa merenda per tutti a base di torte di tutti i tipi, avvolti da un caldo tramonto.

Non tutti sanno che la “Società Oasi Lago Salso” è composta da tre enti quali il Parco Nazionale del Gargano, il Comune di Manfredonia e la Coop. Eurodaunia 2000.

I luoghi che abbiamo visitato erano in un evidente stato di degrado che, a detta di alcuni portavoci del C.S.N., sono dovuti al fatto che non si riesce a mettere d´accordo le tre Istituzioni facenti capo all´Oasi.

Inoltre, da qualche anno, il Presidente del Parco del Gargano è in rotta con i dirigenti del C.S.N., per una denuncia di degrado degli stessi che lui ha interpretato come un attacco morale e personale alla sua persona.

Effettivamente, girando per viottoli e sentieri dell´Oasi è possibile notare che vi sono decine di insediamenti di privati (incredibile…) come orti e baracche, e centinaia di pecore al pascolo. Sembra quasi che qualcuno permetta, in modo tacito, tali stranezze pur di non incorrere in problemi e disfide con gli abitanti locali.

La speranza di questi ragazzi è che presto il Presidente del Parco voglia incontrarli per chiarire quanto accaduto e sbloccare i finanziamenti fermi alla Regione Puglia, che darebbero respiro a tanti lavoratori legati all´Oasi con la possibilità di rilanciare questo splendido sito.

Infatti, la cosa che ha colpito tutti è stata il dover pagare 10 euro per l´escursione, costo quasi mai richiesto in altri luoghi al mondo; tali soldi serviranno proprio ad aiutare i ragazzi del C.S.N. per proseguire serenamente nello svolgimento del proprio lavoro.

Certo è che, prima o poi, qualcuno dovrà intervenire per regolarizzare tale luogo, e per istituire, finalmente, un posto di osservazione del Corpo Forestale dello Stato (ora il più vicino è addirittura a San Marco in Lamis).

In attesa di vedere il Lago e l´Oasi divenire uno dei luoghi di turismo culturale a livello nazionale ed oltre, e aspettando una nuova iniziativa del Centro, registriamo l´enorme successo dell´iniziativa, apprezzata anche da chi non ha potuto parteciparvi.


L´articolo è stato pubblicato su Manfredonia.net al seguente link: http://www.manfredonia.net/index.php?s=2&a=1&id=8239&c=&m=&i=1


Archivio news
 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719