PROGETTI
 LIFE + LAGO SALSO 2007 "Avifauna Lago Salso"
 PROGETTO CYBERPARK 2000
 PROGETTO LIFENAT GARGANO 2006
 PROGETTO LIFENAT FORTORE 2005
 PROGETTO LONTRA - ALTO OFANTO
 PROGETTO LONTRA - BASSO OFANTO
 C'ERA UNA VOLTA UNA LAGUNA
 PROGETTO REINTRODUZIONE DEL GOBBO RUGGINOSO NEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO - II FASE
 CONSERVAZIONE DEI TESTUDINATI SULLA DUNA DI LESINA
 MONITORAGGIO ORNITOLOGICO NEL COMUNE DI FOGGIA
 OSSERVATORIO NATURALISTICO DEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO
 IL MUSEO PROVINCIALE DI STORIA NATURALE DI FOGGIA

Monitoraggio Capriolo Italico

Il progetto di conservazione del capriolo italico è stato avviato con le indagini preliminari svolte tra il 1995 e il 2001 prima dal Centro Studi Naturalistici con il Museo Provinciale di Storia Naturale e quindi, con l’intensificarsi della collaborazione con l’Ente Parco, dall’Osservatorio naturalistico del Parco. Nel 2002, in continuità con le attività già svolte dall’Osservatorio del Parco e su indicazione di quest’ultimo, l’Ente Parco ha formalizzato la volontà di realizzare uno studio applicato alla conservazione della popolazione di capriolo con uno specifico incarico all’Università di Siena. L’attuale progetto, come sempre promosso da Ente Parco, Regione Puglia e UE, è quindi ritornato ad essere tra le attività dell’Osservatorio naturalistico, il servizio scientifico del Parco, recentemente riattivato.

Obiettivo generale di questa azione è la conservazione della popolazione di capriolo italico del Parco attraverso l’applicazione delle linee guida (action plan) per il ripopolamento del capriolo italico nel Parco Nazionale del Gargano e delle indicazioni contenute nel Piano di Gestione del Capriolo italico nel Parco Nazionale del Gargano e nel Piano d’Azione Nazionale per la conservazione del capriolo italico. Le implicazioni gestionali e di conservazione delle linee guida e della loro parziale applicazione in forma di interventi pilota (fase II, Piano di gestione nell’ambito del PIS Gargano), saranno utilizzate con questo intervento in riferimento allo specifico dell’Osservatorio naturalistico. Gli obiettivi specifici dell’intervento, in riferimento alle funzioni dell’Osservatorio naturalistico, sono il proseguimento delle attività di monitoraggio finalizzate alla conservazione del capriolo italico con elaborazione di strumenti operativo-gestionali fondamentali per la sua gestione (e.g. serie annuali di conteggi, cartografia faunistico-ambientale, banca dati faunistici, diffusione delle informazioni, etc.).

In riferimento alle linee guida e ai risultati preliminari delle azioni pilota recentemente concluse, sulla popolazione di capriolo italico nel Parco, si ritiene che per la conservazione del capriolo sia necessario avviare al più presto interventi per il monitoraggio della popolazione, la mitigazione dei fattori sfavorevoli (e.g., randagismo canino, bracconaggio, inbreeding, perimetrazione/aree contigue, attività agro-silvo-pastorali, etc.), il miglioramento degli habitat e la sensibilizzazione. Tra le altre azioni di conservazione citate si ritiene strategico per la popolazione di capriolo italico presente nel Parco, il proseguimento dei programmi di monitoraggio (avviati da circa cinque anni) con l’obiettivo di renderli continuativi (e.g. percorsi, conteggi in battuta, uso dello spazio, mobilità e dispersione attraverso la definizione e il monitoraggio dell’areale). In questo modo si potranno chiarire aspetti fondamentali per migliorare l’efficacia delle altre azioni di conservazione anche attraverso una loro verifica.

 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719