PROGETTI
 LIFE + LAGO SALSO 2007 "Avifauna Lago Salso"
 PROGETTO CYBERPARK 2000
 PROGETTO LIFENAT GARGANO 2006
 PROGETTO LIFENAT FORTORE 2005
 PROGETTO LONTRA - ALTO OFANTO
 PROGETTO LONTRA - BASSO OFANTO
 C'ERA UNA VOLTA UNA LAGUNA
 PROGETTO REINTRODUZIONE DEL GOBBO RUGGINOSO NEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO - II FASE
 CONSERVAZIONE DEI TESTUDINATI SULLA DUNA DI LESINA
 MONITORAGGIO ORNITOLOGICO NEL COMUNE DI FOGGIA
 OSSERVATORIO NATURALISTICO DEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO
 IL MUSEO PROVINCIALE DI STORIA NATURALE DI FOGGIA

Monitoraggio Chirotteri

Recentemente, varie normative internazionali, recepite anche dal nostro Paese, hanno riconosciuto il ruolo dei chirotteri nell’economia degli ecosistemi e l’importanza della loro conservazione per il mantenimento della biodiversità. In particolare la Direttiva 92/43/CEE, grazie anche all’esistenza di un corrispondente strumento finanziario, ha dato stimolo a nuove ricerche sui pipistrelli, nonché ad utili iniziative per la loro conservazione e per la diffusione di una corretta educazione naturalistica. Obiettivo generale di questa azione è la conservazione delle popolazioni di chirotteri del Parco attraverso l’applicazione delle indicazioni per la chirotterofauna del Parco Nazionale del Gargano. Le implicazioni gestionali e di conservazione delle linee guida saranno utilizzate con questo intervento in riferimento allo specifico dell’Osservatorio naturalistico. Gli obiettivi specifici dell’intervento, in riferimento alle funzioni dell’Osservatorio naturalistico, sono il proseguimento e l’approfondimento delle attività di monitoraggio finalizzate alla conservazione dei pipistrelli con elaborazione di strumenti operativo-gestionali fondamentali per la gestione (e.g. cartografia faunistico-ambientale, banca dati faunistici, diffusione delle informazioni, etc.). L’indagine si propone quindi di monitorare le specie di Chirotteri di maggiore importanza conservazionistica o maggiormente caratterizzanti il Parco e i loro habitat. Per le specie troglofile saranno monitorate le più importanti cavità naturali e artificiali (i.e., grotte, cave) con particolare riferimento ai geositi già individuati. Si definiranno le specie che costituiscono la comunità di pipistrelli, valutando l’entità delle popolazioni. Sulla base dello studio saranno definite le norme per una corretta gestione di questo gruppo di mammiferi. Saranno anche effettuati monitoraggi per la verifica dell’occupazione dei rifugi artificiali collocati nel corso del progetto recentemente concluso.

In riferimento alle indicazioni e ai risultati preliminari delle azioni pilota recentemente concluse dall’Università diBari, sulla chirotterofauna del Parco, si ritiene che per la loro conservazione sia necessario avviare al più presto interventi per il monitoraggio della distribuzione e dello status delle specie, la mitigazione dei fattori sfavorevoli, il miglioramento degli habitat e la sensibilizzazione. Pertanto gli interventi previsti dal progetto riguardano principalmente il monitoraggio delle specie e dei biotopi, con particolare riferimento alle specie di rilevanza comunitaria, tale monitoraggio è finalizzato alla conoscenza di base su status e distribuzione delle specie nonché per fornire uno strumento gestionale attraverso le indicazioni, scaturenti dalla ricerca, relative alla conservazione delle specie e degli habitat.

 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719