PROGETTI
 LIFE + LAGO SALSO 2007 "Avifauna Lago Salso"
 PROGETTO CYBERPARK 2000
 PROGETTO LIFENAT GARGANO 2006
 PROGETTO LIFENAT FORTORE 2005
 PROGETTO LONTRA - ALTO OFANTO
 PROGETTO LONTRA - BASSO OFANTO
 C'ERA UNA VOLTA UNA LAGUNA
 PROGETTO REINTRODUZIONE DEL GOBBO RUGGINOSO NEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO - II FASE
 CONSERVAZIONE DEI TESTUDINATI SULLA DUNA DI LESINA
 MONITORAGGIO ORNITOLOGICO NEL COMUNE DI FOGGIA
 OSSERVATORIO NATURALISTICO DEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO
 IL MUSEO PROVINCIALE DI STORIA NATURALE DI FOGGIA

Il progetto Lifenat Fortore 2005

Il bacino del fiume Fortore è amministrativamente frazionato in tre regioni: Puglia, Molise e Campania, ed in tre province: Foggia, Campobasso e Benevento. Per quanto concerne l’aspetto naturalistico, sul fiume sono stati individuati e perimetrati, ai sensi della Direttiva Habitat, tre proposti Siti di Importanza Comunitaria (pSIC), uno per ciascuna regione.

I pSIC del fiume Fortore sono l’oggetto del progetto LIFE denominato “Azioni urgenti di conservazione per i pSIC del Fiume Fortore”, cofinanziato dall'Unione europea, che vede capofila la Comunità Montana dei Monti Dauni Settentrionali (FG) coadiuvata da un tavolo di partenariato interregionale costituito da:
• Regione Molise;
• Regione Puglia;
• Regione Campania;
• Autorità di Bacino Interregionale dei Fiumi Trigno, Biferno e minori, Saccione e Fortore;
• Provincia di Foggia;
• Comunità Montana del Fortore (BN);
• CONSIAT S.p.a. (Consorzio per lo Sviluppo Industriale dell’Alto Tavoliere);
• Centro Studi Naturalistici O.n.l.u.s..

Il progetto ha una durata temporale di 5 anni e si concluderà nel marzo 2010.

L'obiettivo generale del progetto è bloccare i fenomeni di degrado degli habitat del fiume Fortore causati dai prelievi idrici eccessivi e non regolamentati, dall'artificializzazione dell'alveo, dall'eccessiva pressione delle attività antropiche (agricoltura in primis) e conseguire un miglioramento complessivo del suo stato di qualità ambientale. In attuazione del D.Lgs. n. 152/99 e dalla Direttiva 2000/60/CE, l’obiettivo generale sopra enunciato si intenderà conseguito se al termine del progetto sarà stato riscontrato un aumento di almeno una classe, rispetto allo stato iniziale riscontrato all’avvio del progetto, tra le cinque classi di qualità ecologica (Elevato, Buono, Sufficiente, Scarso e Cattivo) individuate dalla normativa.

Il progetto inoltre punta a fornire all'Autorità di Bacino Interregionale - soggetto giuridicamente competente sui pSIC della presente proposta - un Sistema Informativo Territoriale e un Piano di Gestione a lungo termine che consenta di attuare una seria
politica di conservazione sulle aree e di raggiungere entro il termine del 2015, fissato dalla Direttiva Acque, il buono stato ecologico, definito come la capacità del corpo idrico di mantenere i processi naturali di autodepurazione e di sostenere comunità animali e vegetali ampie e ben diversificate.

Si intende conseguire l'obiettivo generale attraverso due linee direttrici:

1. l'attuazione di interventi che puntino direttamente a salvaguardare e ricostituire gli habitat minacciati e/o degradati e a sostenere le specie animali maggiormente penalizzate attraverso 1) la realizzazione di adeguate sistemazioni idraulicoforestali per sponde, alvei e aree golenali, che mantengano un elevato grado di dinamicità nel loro assetto e 2) il
posizionamento di bat box per chirotteri e carnai per rapaci;
2. l’avvio di una politica di gestione integrata del bacino fluviale con il coinvolgimento di tutti i soggetti sociali (associazioni ambientaliste, associazioni di categoria, proloco, scuole, università), istituzionali (Comuni, Province, Comunità montane, Regioni) ed economici (agricoltori, allevatori, industriali) attraverso l’adozione di misure diversificate (comitato di coordinamento per il piano di gestione, programmi scolastici di educazione ambientale,
campagne di sensibilizzazione del pubblico, incentivi per pratiche agricole a basso impatto ambientale).

[ www.lifefortore.eu ]
 
home | chi siamo | come operiamo | dove operiamo | progetti | aiuta il CSN | link amici | Site Map | cookie policy
powered by netplanet - Denominazione: ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719