L´AGENDA DELLA NATURA - Cosa è successo a febbraio 2010 in Capitanata
Testi di Matteo Caldarella e Michela Ingaramo
Immagini e registrazione audio di Matteo Caldarella

Anche in febbraio è stata costante l’abbondanza delle piogge che in Puglia non fanno certo male. Quasi un mese di transizione, febbraio rappresenta un momento importante nella natura mediterranea, quando i fiori e le piante iniziano lentamente a svegliarsi, i primi migratori primaverili cominciano a farsi vedere e la natura sembra quasi “incubare” le potenzialità che esploderanno nei prossimi mesi:

 
Grave atto vandalico all´Oasi Lago Salso
Purtroppo apriamo con una notizia negativa che ci ha amareggiati tutti: l´incendio “doloso” di un capanno di osservazione della fauna all´Oasi Lago Salso, una struttura utile anche per i diversamente abili che con un affronto alla legalità è stata distrutta da un gesto criminale. E´ chiaro che questo episodio, come tanti altri, non intimorirà chi ha a cuore le sorti della nostra terra.
Alba chiara
L´aumento del fotoperiodo (cioè del rapporto tra ore di luce e ore di buio) porta i suoi effetti sull´intero ecosistema: l´aurora e la luce inizia già una mezz´ora prima di quanto accadeva a dicembre. (Nella foto un´aurora di febbraio sul Golfo di Manfredonia.
Licheni
Sopra il terreno, sui tronchi inumiditi dalla pioggia, i licheni vegetano e si mostrano lucidi e turgidi (foto ripresa in Foresta Umbra-Monte S.Angelo).
Svernanti eccezionali
Alcune particolarità viste durante l´inverno continuano a farsi ammirare: 5 rari mignattai ch hanno svernato eccezionalmente fra la Palude di Frattarolo ed il Lago Salso (foto ripresa presso l´Oasi Lago Salso - Manfredonia).
Aria di primavera
Sono i fiori, che iniziano a fare capolino ovunque, a preannunciare con un mese di anticipo l´arrivo di una nuova stagione. Nei boschi e nei filari ripariali dei fiumi e torrenti di Capitanata si possono osservare gli argentei fiori dei pioppi, le stupende fioriture dei mandorli (pedegarganica-Rignano G.co),
.
le grandi e precoci orchidee (Barlia robertiana) (foto ripresa nei pressi di Valle Grande-San Giovanni R.do).
Pascoli fioriti
Anche nei pascoli iniziano le fioriture come le eleganti e “fascinose” “vedovine” (foto ripresa a Monte Aquilone-Manfredonia) e le piccole “veroniche” azzure, comuni anche nei giardini in città.
Attività di primavera
Nei prati e nei pascoli il risveglio è evidente anche dai segni degli animali, come l´aumento dei cumuletti fatti dalle talpe nelle loro scorribande sotterranee a caccia di larve di insetti. Molti sono già in piena attività riproduttiva, come testimoniato dalle immagini dello strillozzo in canto riproduttivo (foto ripresa nei pressi del torrente Carapelle-Sant´Agata),
Grossi nidi
e dal complesso nidi di gazza che, come testimoniato, è già pronto a metà febbraio con le gazze che già stanno in cova (foto ripresa in Viale Ofanto-Foggia).
Audionatura
Per la registrazione dei suoni della natura (http://www.centrostudinatura.it/audio/vis.asp?id=14) , per questo mese è stata scelta quella relativa al simpatico trillo comune da ascoltare nelle paludi con vegetazione acquatica proprio da dicembre in poi. Si tratta del Tuffetto, un piccolo uccello tuffatore che, per le sue abitudini, spesso è più facile sentire che osservare (registrazione realizzata presso l´Oasi Lago Salso).
Per non ricevere più questa newsletter inviare una mail a info@centrostudinatura.it con oggetto "rimuovi"